L’editore gentiluomo amico del «Giornale»

da “il Giornale

Per quasi mezzo secolo Achille Boroli, il patriarca della De Agostini, ha caratterizzato con la sua personalità ed il suo stile, le vicende dell’azienda e, in larga misura, quelle di tutta la dinastia.
La sua formula era semplice: tutti i componenti della grande famiglia – fratelli, figli, nipoti, cugini – dovevano guidare l’azienda, lavorando duramente in posizioni di comando. Una concezione di vita quasi monacale, che escludeva qualsiasi esposizione mondana o mediatica: invano avreste cercato negli archivi dei giornali un dossier dedicato alle famiglie Boroli. Secondo una legge non scritta, il successo doveva essere avvolto in soffici coltri di nebbia, come quelle che avvolgevano le pianure del Novarese. E così fu per molti anni.
Assunta nel dopoguerra la presidenza di questa media azienda cartografica che il padre ed il socio Cesare Rossi avevano acquistato nel 1916 dall’Abate Giovanni De Agostini, Achille Boroli acquisì con i fratelli l’intera quota e rapidamente la trasformò. Alle tradizionali carte geografiche aggiunse libri, dispense collezionabili, dischi, videocassette, stampati in offset, in rotocalco, in tipografia. La fece crescere in Italia e all’estero, dalla Francia agli Stati Uniti, dalla Spagna al Giappone, fino a farla diventare la terza azienda editoriale italiana dopo la Mondadori e la Rizzoli. Con migliaia di dipendenti e bilanci solidamente attivi.
Un ruolo molto importante ha sempre avuto nella sua vita una donna colta e sensibile come la moglie Giulia, che gli ha dato sei figli e gli è sempre stata vicina nei momenti di gioia, con i raid sui mari, e in quelli difficili, come quando fu rapita la figlia Marcella, poi liberata dalla Polizia: furono due mesi di angoscia.
Il loro castello di Barengo nel Novarese era aperto solo a pochi, selezionati amici, come Oscar Luigi Scalfaro, prima, come Montanelli, poi. Achille Boroli era di natura appartato e riservato ma venne un momento in cui intuì che non era più possibile restare in disparte, estraneo alla vita pubblica. Erano gli anni dopo il ’68, quando il Pci aveva superato il 34 per cento dei voti, ed era esploso il fenomeno del terrorismo: c’era chi fuggiva all’estero, chi aveva paura e chi aveva coraggio. Boroli aveva coraggio e la nascita de il Giornale fu l’evento che lo convinse ad uscire da Novara e ad impegnarsi per aiutare quel manipolo di visionari nella loro difficile impresa, che ebbe tuttavia dimensioni e risonanze nazionali. Lui e Silvio Berlusconi furono i primi – e unici – a credere a viso aperto ne il Giornale. Entrato nel Consiglio di Amministrazione, Boroli vi rimase per vent’anni, da tutti stimato ed amato, prezioso per i consigli che nascevano da una ineguagliabile saggezza ed esperienza.
Nel 1976, senza apparire com’era nel suo costume, fu uno dei promotori dell’Alleanza Laica, che si proponeva l’unione dei tre partiti laici: liberali, repubblicani e socialdemocratici. Uniti, i tre si presentarono alle elezioni politiche in tre collegi senatoriali: ne vinsero due, persero il terzo per pochi voti. Le sue idee – liberali – vengono difese e diffuse da una Fondazione che porta il nome suo e della moglie.
Nel 1986, dopo quarant’anni di un’attività premiata da risultati di straordinaria rilevanza, Achille Boroli cedette la Presidenza, che venne assunta prima dal fratello Adolfo e poi dal nipote Marco Drago, che gli erano sempre stati al fianco, ma mantenne la Presidenza Onoraria. Lasciava un’azienda sana, solida, con riserve importanti, pronta a fare un nuovo balzo di qualità.

Duramente colpito dalla morte della moglie, ha passato gli ultimi anni in Costa Azzurra, per restare vicino a quella che era sempre stata la grande passione della sua vita: il mare. E ha continuato a fare opere di bene. In silenzio e con discrezione, com’era nel suo stile. Così è finita la vita di un uomo vero.

Tag:

8 Risposte to “L’editore gentiluomo amico del «Giornale»”

  1. gianmarco lorenzi scarpe Says:

    I do enjoy the way you have framed this specific problem and it does supply us a lot of fodder for consideration. On the other hand, through just what I have experienced, I only wish as the actual opinions stack on that men and women keep on point and in no way start upon a soap box regarding some other news du jour. Yet, thank you for this fantastic point and even though I can not agree with the idea in totality, I value the standpoint.

  2. gianmarco lorenzi scarpe Says:

    Throughout this awesome scheme of things you’ll receive a B+ just for hard work. Where you confused me ended up being in all the particulars. You know, as the maxim goes, details make or break the argument.. And that could not be much more true here. Having said that, permit me reveal to you precisely what did deliver the results. Your text is really convincing and that is most likely the reason why I am taking the effort in order to comment. I do not really make it a regular habit of doing that. Next, although I can easily see a leaps in reasoning you make, I am not sure of just how you appear to connect your points that make the final result. For right now I will, no doubt yield to your issue however wish in the foreseeable future you link the dots much better.

  3. Juvederm buy Says:

    I like what you guys tend to be up too. This type of clever
    work and coverage! Keep up the good works guys I’ve you guys to my own blogroll.

  4. Dysport online Says:

    I don’t comment, however after reading some of the comments on this page L’editore gentiluomo amico del «Giornale» | Sottoosservazione’s Blog.
    I actually do have a couple of questions for you if you do not mind.
    Is it simply me or do a few of the remarks come across as if they
    are written by brain dead visitors? :-P And, if you are posting
    at additional places, I would like to keep up with you.

    Could you list of every one of all your social community pages
    like your linkedin profile, Facebook page or twitter feed?

  5. Wholesale Euflexxa Says:

    Very soon this website will be famous among all blogging users, due to it’s good content

  6. http://www.youtube.com/watch?v=Sdplseb3ey8 Says:

    Useful information. Lucky me I found your website
    accidentally, and I’m stunned why this twist of fate did not came about in advance! I bookmarked it.

  7. order synvisc Says:

    I delight in, cause I discovered just what I was looking for.
    You have ended my 4 day long hunt! God Bless you man.
    Have a nice day. Bye

  8. Restylane Injections Says:

    Good answers in return of this difficulty with real arguments and telling
    all on the topic of that.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 100 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: