Festa dell’Architettura e “Cities – Places Visionaries”

soleri_2L’architetto novantenne Paolo Soleri, Leone d’oro alla carriera alla Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia nel 2000, con una “letio magistralis” ha aperto la giornata dedicata alla Festa dell’Architettura all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 28 settembre al 10 ottobre. Nonostante l’età Paolo Soleri ha intrattenuto la numerosa platea con temi trattati dai suoi progetti che hanno precorso gran parte delle attuali tendenze dell’architettura sostenibile.

La vita comunitaria della città di Arcosanti, da lui fondata all’inizio degli anni Sessanta nel deserto dell’Arizona, sono ancora un valido esempio per tutti coloro che elaborano criteri abitativi di vita che non abbiano sprechi energetici e che non solo rispettano la natura ma che con essa vengano a relazionarsi per un habitat migliore.

Allievo di Frank Lloyd Wright a Talesin, vive e lavora negli Stati Uniti in Arizona, “Solo la frugalità – precisa Soleri – il riciclaggio dei prodotti di consumo, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, e una contrazione delle città possono offrire un’alternativa al disastro urbano”. Per buona parte dell’incontro si sono viste proiezioni sullo schermo della sala Sinopoli dell’Auditorium. Immagini delle sue architetture visionarie come Urbis et Orbis, Euclidian, Asteromo che possono servire per scene di Down the Cyberspace, romanzo del celeberrimo scrittore William Gibson, o di  Mesa City che sembra un termitaio, oppure delle comunità archeologiche come Logology, Babel, Valadiga, compreso molte altre slides di altri suoi famosi progetti hanno arricchito l’incontro.

Immagini di ambientazioni suggestive quasi inverosimili che hanno monopolizzato l’attenzione degli invitati resi stupefatti dalla modestia con cui Paolo Soleri le presentava. Poi nel pomeriggio la presentazione ufficiale della Festa dell’Architettura con la presenza dell’assessore Croppi, del presidente dell’Ordine degli architetti Amedeo Schiattarella, del curatore della festa Francesco Garofalo e altre personalità.

Le anticipazioni di quello che sarà la festa non sono state molto esaustive, il curatore Francesco Garofalo ha fatto capire che molto deve essere ancora preparato ma che si ispira a iniziative simili come quella di Londra dove si espongono i progetti e le architetture che hanno conquistato particolare importanza, non una sfilata di “archistar” per non sembrare autocelebrativa.

Tutto molto bello, peccato che una città come Roma, così mal ridotta trovi solo la forza di festeggiare se stessa quando invece necessita di interventi seri.

Contemporaneamente si è inaugurata una mostra fotografica “Cities – Places Visionaires”. Gabriele Basilico, Marco Zanta, Michael Wolf e Peter Schloer hanno realizzato immagini di contesti metropolitani dove gli artisti fotografi hanno sviluppato svariati temi in chiave molto critica. Case che sembrano dei giganteschi pollai, edifici decadenti, rovine metropolitane, paradossalmente una mostra dove le foto trattano l’esatto opposto del titolo che gli hanno dato e in particolare il contenuto della presentazione della festa. “Cities – Places Visionaires” a cura di Camilla Boemio, ideata da Daniela Pastore e promossa dal Laboratorio Architettura Contemporanea.

Cities – Places Visionaries” – Auditorium Parco della Musica, Roma

Auditorium Arte 28 settembre – 10 ottobre 2009 Fotografia/opere di Gabriele Basilico, Damir Ocko, Dmitry Gutov, Marco Zanta, Michael Wolf, Peter Schloer, Shaun Gladwell, a cura di Camilla Boemio

Giovanni Lauricella

http://www.agenziaradicale.com/index.php?option=com_content&task=view&id=8880&Itemid=67

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: