Se l’austerità non dà frutto

Paul Krugman

Paul Krugman, da “Il Sole 24 Ore

Una delle buone idee di Paul De Grauwe, professore di economia all’Università di Lovanio, è quella di fare un confronto fra Spagna e Gran Bretagna, per illustrare i problemi che l’euro deve fronteggiare.

Il debito pubblico spagnolo partiva da livelli bassi e, nonostante la recessione di Madrid, dovrebbe aumentare meno di quello inglese. Ma i mercati trattano la Spagna come un Paese ad alto rischio, mentre i titoli di Stato inglesi sono considerati un rifugio sicuro, come quelli americani o tedeschi. La differenza di trattamento si spiega con il fatto che il Regno Unito ha prospettive di crescita migliori, grazie alla svalutazione della sterlina, e anche con il fatto che la Spagna dovrà affrontare una deflazione più pesante.

Il fattore più importante è che la Gran Bretagna, potendo chiedere fondi alla Banca d’Inghilterra, non rischia un assalto dei creditori come la Spagna. È indispensabile che l’Europa – il che significa la Bce – garantisca a Spagna e Italia lo stesso sostegno su cui potrebbe contare un Paese con una valuta propria. Se questo sostegno mancherà, l’euro rischierà di sgretolarsi in poche settimane.

Nel dibattito sulle politiche economiche si tende a dare per scontato che gli stimoli hanno avuto la loro occasione e hanno fallito. Il “partito del dolore” continua a dirci che l’austerità è la strada per ripristinare la fiducia, ma nonostante l’austerità la fiducia latita. L’Irlanda, ad esempio, ha imposto un piano di austerità durissimo e nonostante ciò continua a pagare sui titoli di Stato decennali un tasso di interesse più alto di 6,7 punti percentuali rispetto ai Bund, meno dei massimi toccati recentemente, ma parecchio al di sopra del livello di partenza, prima dell’introduzione del programma di rigore. Non sentirete nessun esponente del “partito del dolore” dire: «Ehi, avrebbe dovuto funzionare, ma non ha funzionato, la nostra teoria è infondata». Al contrario, insistono che dobbiamo raddoppiare la puntata, continuare a bastonare l’economia finché il morale non migliora.

(Traduzione di Fabio Galimberti)
© 2011 NYT DISTRIBUITO DA NYT SYNDICATE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: