Posts Tagged ‘96’

via gradoli 96

ottobre 29, 2009

imagesimagesIl turismo (sia quello d’elite, sia quello di massa) è, tra le altre cose, un modo di relazionarsi con la memoria e la conoscenza. Nei viaggiatori colti del Settecento l’immaginario turistico si nutriva di letture (arte, letteratura, filosofia) e l’osservazione era il compimento visivo, l’inveramento di un cammino di formazione intellettuale. In questo caso la memoria e la conoscenza costruivano schemi rappresentativi rigidi che al più chiedevano agli occhi di confermare quanto già appreso teoricamente. Era il bisogno di immagini, che accompagna gli uomini da sempre che oggi è appagato dagli strumenti multimediali. Oggi il desiderio di osservare viene nutrito da altre forme di conoscenza. Viaggiare nell’epoca di internet è un bisogno che si costruisce anche attraverso l’induzione pubblicitaria, lo scorrimento veloce delle immagini, la simultaneità della visione. Si parte per una meta con poche notizie e molte immagini. Si arriva in un luogo con sempre meno strumenti per codificare le immagini, per “culturalizzarle”. Ci si limita alla fruizione dell’esotico. E non è detto che questo comportamento sia di per sé negativo: avere minori bagagli culturali può rendere le persone più libere di apprendere senza sovrastrutture culturali. Senza volere in questa sede compiere una valutazione gerarchica delle forme di fuizione della conoscenza, si potrà comunque convenire sul fatto che queste agiscono diversamente sulla nostra memoria (e quindi sulla nostra capacità di ricordare i luoghi). (more…)