Posts Tagged ‘amartya sen’

Intervista ad Amartya Sen

maggio 23, 2010

Vittorio Macioce per “Il Giornale

Chi è Amartya Sen? Questo signore indiano che sfiora gli ottanta anni non è soltanto un Nobel dell’economia. Lo ascolti come si fa con gli ultimi filosofi, uno che da una vita sta riscrivendo lo sguardo sul mondo. E dietro quella voce morbida, di una gentilezza antica, noti qualcosa di ruvido, duro, testardo, come chi sta ridisegnando le mappe slabbrate e accartocciate di questa epoca dove nessuno ha più il coraggio o la voglia di costruire cattedrali. L’idea di giustizia(Mondadori, pagg.458, euro 22) è questo, un essay monumentale, che chiude forse il lavoro di una vita e sta lì come una testimonianza, come una roccaforte, un punto fermo, con cui prima o poi devi fare i conti. Ammettiamolo. È qualcosa di strano in giorni come questi. Nella filosofia di Sen non ci sono più i vecchi confini, Oriente e Occidente cambiano posto, si intersecano, muovono la geografia, dialogano, si misurano. Puoi non condividere molte radici o conclusioni, ma sai che non puoi ignorarlo. La cattedrale c’è.
Quando tanti anni fa ridisegnò la misura della povertà rischiò di passare per terzomondista. Non lo è e non lo è mai stato. Disse, allora, che la povertà non è solo mancanza di soldi, di benessere, ma è qualcosa di più profondo: la povertà limita la vita. Era l’inizio di un percorso. Cos’è la povertà? L’ultima tappa è qui, in queste cinquecento pagine che ruotano intorno a una sola domanda.
Cosa è la giustizia?
«In una manciata di parole?» (more…)