Posts Tagged ‘beppe grillo’

Beppe grillo: Voglio sfidare fisicamente Feltri…

luglio 28, 2010

Nell’articolo: Hi, hi hi… che ridere… Sono comici, e nemmeno lo sanno. Con le concessioni sull’acqua si stanno facendo ricchi… In tutti i comuni in cui sono stati dati appalti di gestione l’acqua è aumentata del 100%. Mentre Tremonti spara balle sul rigore…

Luca Telese per “Il Fatto

Nell’estate in cui il suo movimento Cinque Stelle vola nei sondaggi e i grillini preparano religiosamente la “Woodstock” del 26 settembre, lui, Beppe Grillo, è un fiume in piena. Parla di politica, di privatizzazioni, di leader politici (a destra e a sinistra) senza filtri e annuncia: “Siamo l’unico movimento politico diverso che non utilizza una sola lira di contributi. Sarà per questo che il Giornale inventa scoop per infangarci? Se Feltri non rettificherà le balle del suo giornale voglio incontrarlo. Incontrarlo fisicamente, intendo. Sempre che non abbia paura…”.

Grillo, sei contento delle stime che vi danno al 3%?
Per nulla: è un dato taroccato.

Ma come, taroccato? Sareste a un passo dal quorum…
Ma noi siamo dieci passi oltre. Noi siamo già, in potenza, oltre il 10%. Quando si è votato, parlo di voti veri, abbiamo preso il 7,3%, solo in Emilia Romagna!

Però vi siete presentati in sole cinque regioni, perché?
Non siamo un movimento di cartapesta. Siamo presenti dove c’è Rete, dove c’è banda larga… E presto saremo ovunque. (more…)

Grillo: ‘Noi non ci fermiamo’

Mag 23, 2010

Ferruccio Sansa per “Il Fatto

Cresce il fronte dell’obiezione civile contro la legge bavaglio. Il blogger genovese sul ddl intercettazioni: “Pronto a non rispettarlo. Governo e Parlamento non rappresentano nessuno”.

GENOVA “Possono fare tutte le leggi che vogliono, ma se io non ci credo non le rispetto. Io sono già al di fuori. Se imbrigliano la stampa, non mi fermo e nemmeno la gente della Rete. Poi ci saranno conseguenze per me, ma anche per chi fa queste leggi. Lo dico senza rabbia, con serenità. Se pago le tasse, se rispetto la legge, non è perché mi obbligano o per paura. Lo faccio perché mi sembra moralmente giusto. Mettiamola così… e se introducessero le leggi razziali, voi che cosa fareste?”. 

Grillo disobbedirà alla legge bavaglio? 

“Bondi, Matteoli, Lunardi… la gente che fa le leggi non rappresenta più nessuno. Lo Stato resiste perché ci sono questi medium che fanno da intermediari con l’aldilà. Ma io non faccio parte del loro Stato. Ma ci pensate? In America Obama sta facendo la riforma della finanza e noi abbiamo ancora Ligresti, Colaninno, Tronchetti Provera che siedono in dieci società contemporaneamente. Sono come Wil Coyote, il personaggio dei fumetti che cammina nel vuoto e non si accorge che gli è finita la terra sotto i piedi”. Beppe Grillo prima lancia un messaggio ai suoi amici della Rete: non ci faremo mettere il bavaglio. Poi sfiora toni catastrofici: “Il virus italiano si sta diffondendo”. Poi lancia una sfida continentale: “Metteremo in piedi una rete dei blog europei”. Grillo è appena tornato da Londra, sta lanciando il nuovo dvd (“Un grillo mannaro a Londra”) che racconta gli incontri con politici, economisti, professori universitari d’Oltremanica. E sprizza entusiasmo da tutti i pori, come un adolescente che ha scoperto la città dalle mille luci. “Ma vi rendete conto: abbiamo fatto i nostri incontri nei parchi. Così si fa: la città è di tutti. Ci sedevamo lì e parlavamo. Più di cento persone… che spettacolo Londra… genti diverse, culture che si incontrano, poi colori, profumi. Altro che da noi”. (more…)

Grillo in campo

ottobre 3, 2009
imagesAllora, anche Beppe Grillo “scende in campo”, come Silvio? Domenica 4 ottobre presenterà al teatro Smeraldo di Milano il suo movimento che parteciperà alle prossime elezioni regionali… Intanto io non scendo, salgo. Sono stato costretto da tempo a salire su un campo non mio: per legittima difesa. Ho detto basta. E ho proposto: facciamo i V Day, candidature pulite, via i pregiudicati dal Parlamento, i parlamentari siano eletti solo per due legislature, basta prenderci per il culo con le elezioni finte senza voto di preferenza…

Alle scorse elezioni amministrative, però, i risultati delle Liste Grillo non sono stati proprio clamorosi…

Le grandi cose nascono sempre piccole, da poche persone che trasformano la realtà. Portare un cittadino, incensurato, di trent’anni, in piazza e poi farlo eleggere nella sua città con liste che hanno preso dal 4 al 10 per cento dei voti – senza mezzi, senza soldi, senza sostegno dei media, senza dietro un partito – è stato il più straordinario successo nella storia della politica italiana. Abbiamo eletto una quarantina di persone: sono stati 40 miracoli realizzati in 30 città capoluoghi di provincia. A Bologna, Modena, Reggio, Cesena, Forlì… Ad Ancona abbiamo ricevuto il 10 per cento. Con un professore che non aveva dietro i partiti, ma i cittadini. A Treviso un ragazzo di 27 anni, che di mestiere fa l’informatico, ha fatto le nostre proposte e si sta portando dietro tutta la giunta (leghista): la raccolta differenziata per 90 scuole a costo zero, un piano di mobilità interattivo con i cittadini dei quartieri, un servizio di risposte ai cittadini attraverso Skype. (more…)

Il costo insostenibile della pesca

luglio 26, 2009

imagesDi solito sono due le persone interessate a una pesca. Chi la produce e chi la mangia. Il produttore riceve 10 centesimi al kg e ha costi di produzione di 45 centesimi. Per lo stesso kg il consumatore paga due euro. La domanda sorge spontanea: chi ci ha fregato la pesca e sta facendo fallire l’agricoltura? Pubblico una lunga e disperata lettera di un agricoltore romagnolo.

Caro Beppe,
sono Samuele Bertuzzi, ho 27 anni, vivo in un paesino vicino ad Imola. Ti scrivo per raccontarti ciò che sta succedendo nel mondo nel quale lavoro e nel quale la mia famiglia, mio padre, i miei nonni hanno sempre creduto: l’agricoltura, i frutti della terra. Abito in Romagna, dove ci sono migliaia di aziende agricole forti produttrici di frutta, albicocche, pesche, nettarine, kiwi e uva da vino. La frutticoltura italiana sta vivendo un momento tragico, agli agricoltori sono riconosciuti prezzi ridicoli per i loro prodotti: 8-10 centesimi al kg (fonte Camera di Commercio di Bologna) per pesche e nettarine di prima qualità a fronte di un costo ,di produzione medio di 40/45 centesimi al kg. (more…)

Se una notte d’inverno, qualcuno bussa alla porta…

luglio 23, 2009

imagesLa morte nel carcere di Capanne, per un pestaggio, di un falegname incensurato non fa indignare nessuno in questo Paese di MERDA? Il medico legale ha riscontrato quattro ematomi cerebrali, fegato e milza rotte, due costole fratturate. Nessun parlamentare alza la voce per gridare di un cittadino italiano ammanettato nella notte in casa sua insieme a sua moglie per qualche piantina di canapa nell’orto? Portati via come i peggiori delinquenti lasciando soli una vecchia di novant’anni e un ragazzino di 14 in un casolare isolato? Nei regimi totalitari ti vengono a prendere di notte per finire dentro a una fossa… Cos’è diventato questo Paese in cui bisogna avere paura di chi deve proteggerti? (more…)