Posts Tagged ‘conquista dello spazio’

Le nuove guerre stellari

aprile 17, 2011

Lo spazio è la nuova frontiera del confronto geopolitico tra le grandi potenze. Il visionario aforisma dei colonnelli cinesi Liang e Xiangsui è corretto: «Ci sono reti sopra le nostre teste e trappole sotto i nostri piedi. Non abbiamo dunque possibilità di fuga»

Salvatore Santangelo per “Limes

L’anniversario del primo volo umano nello spazio è l’occasione per tracciare un bilancio dell’attuale sviluppo geopolitico di questo particolare “teatro d’operazione”. Lo spazio è stato un terrain vague unico al mondo. Non solo non appartiene a nessuno, ma dovrebbe essere patrimonio di tutti: the province of all mankind.

Il regime internazionale che tenta di regolarne l’uso, limitandolo a fini pacifici, è fra i lasciti più significativi della guerra fredda. Il binomio guerra-spazio ha però una lunga storia, fatta di audaci proiezioni letterarie e di controverse estensioni della geopolitica terrestre. Lo spazio e molti degli strumenti che vi transitano hanno infatti un ruolo militare importante, che il mutare della natura dei conflitti rende sempre più cruciale. (more…)

Ora il Dragone vuole azzannare la Luna

aprile 26, 2010
Nel 1996 l’amministrazione americana guidata da Bill Clinton indicava «l’accesso allo spazio attraverso mezzi di trasporto statunitensi» come «un obiettivo strategico fondamentale per la sicurezza nazionale». Dieci anni più tardi, toccava alla squadra di Bush rincarare la dose: «La sicurezza nazionale a stelle e strisce è strettamente vincolata al controllo dello spazio». Eppure nonostante i proclami americani, la conquista dello spazio sembra avere un nuovo – incontenibile – protagonista: la Cina. Il programma spaziale di Pechino sta conoscendo una nuova epocale esplosione. Una “macchina da guerra” che erode velocemente il vantaggio competitivo degli Usa.

E – come ha scritto Kevin Pollpeter per lo Strategic Studies Institute – sfida «Washington militarmente, economicamente e politicamente». Con il 2010 che segna un’ulteriore, vertiginosa accelerazione: «Non si era mai visto – nota Craig Covault su ‘Spaceflight Now’ – un programma così ambizioso dai tempi della corsa spaziale degli anni Sessanta». È il 2003 l’anno che segna l’ingresso del Dragone nel novero delle potenze spaziali: la missione Shenzhou V porta il primo astronauta cinese nello spazio. Nel 2005 lo Shenzhou VI vola intorno alla Terra per cinque giorni con due astronauti a bordo. Tre anni dopo è la volta della prima “passeggiata” interstellare. In diretta tv il comandante Zhai Zhigang esce dalla navicella Shenzhou VII in orbita a 343 chilometri dalla terra. Con in mano la bandiera nazionale. Per i cinesi è un’ubriacatura di orgoglio patriottico ma anche un’esibizione muscolare, di grandeur simile a quella avvenuta – anche questa in mondovisione – con l’inaugurazione delle Olimpiadi. (more…)