Posts Tagged ‘elisabetta tulliani’

«Mirabello? E Montecarlo?»

settembre 4, 2010

Alessandro De Angelis per “Il Riformista

Dice Feltri: «Ma chissenefrega di Mirabello, Fini pensi a rispondere su Montecarlo». Il direttore del Giornale, alla vigilia dello strappo del presidente della Camera, ribadisce la linea dura contro i ribelli di Fli e annuncia altre inchieste.

Direttore, siamo alla vigilia della rottura di Fini. Si sente un po’ colpevole?

Assolutamente no. O è una colpa aver previsto tutto? Non era mica così difficile vedere che dall’inizio della legislatura Fini si è messo in rotta di collisione col Pdl, o che sfruttando il suo ruolo istituzionale ha impedito al governo di governare, o che se ti applaude la sinistra sull’antiberlusconismo c’è qualcosa che non va.

Non salva proprio nulla.

Per carità: sui temi etici, io che sono un laico sono d’accordo con Fini, dal testamento biologico alle coppie di fatto. Ma il punto è la strumentalità di certe battaglie.

E domani, di fatto, Fini annuncerà un nuovo partito.
E chissenefrega. Non vivo la passione dell’attesa. Tra l’altro mi chiedo che successo può avere con le sue battaglie da partito radicale.

Il tema della legalità non è di destra?
Da che pulpito parla… Chiariamoci: se uno dice sono per la legalità, siamo tutti d’accordo. È ovvio. Ha mai sentito un politico dire «siamo per l’illegalità»? È come quando i comunisti dicevano «vogliamo pane e lavoro». Qualcuno forse diceva «vogliamo il digiuno e la disoccupazione»? Cose ovvie, appunto. Ma al di là degli slogan servirebbe, e mi riferisco a Fini, una coerenza tra i principi e la propria condotta quotidiana. (more…)

Travaglio stregato da Betty, “femme fatale” dei no Cav

agosto 25, 2010

Maestrino di doppiopesismo: invoca le femministe per difendere la compagna del presidente della Camera, ma insultava la Carfagna e la Gelmini con battute da caserma

Nell’articolo: E che dire dell’intervista di Travaglio alla finta Mariastella Gelmini imitata da Caterina Guzzanti e disegnata come una sprovveduta arrivata al ministero con un book fotografico? Le femministe tanto care a Travaglio non hanno nulla da dire?

Andrea Cuomo per “Il Giornale

Qualche mese fa gli fu attribuito un amorazzo (poi smentito) con la soubrette brasiliana e mora Ana Laura Ribas. Ma l’ultimo flirt di Marco Travaglio è una bionda: niente meno che Elisabetta Tulliani. Gianfranco Fini si tranquillizzi, la passionaccia del giornalista torinese per la di lui compagna non ha nulla di fisico: gli è che ella è il settebello al tavolino degli antiberlusconiani in servizio permanente effettivo. (more…)

“A” “A” “A”! ECCO IL TESTO DELL’INTERVISTA INTEGRALE DEL GENTILUOMO SGARBI

agosto 13, 2010

“TRA GAUCCI E FINI, ANCH’IO HO CONOSCIUTO BENE ELISABETTA TULLIANI. VENIVA A TROVARMI A CASA. MA ANCHE LA RUSSA LA FREQUENTAVA MAGARI CI ANDAVA IN DISCOTECA

Nell’articolo: «Un dettaglio: Elisabetta mi chiamò mille volte per avere la “Freccia alata”, la tessera per andare nelle sale vip degli aeroporti. Tutto quell’impegno per un obiettivo minimo non ha deposto a suo favore. Poi con Fini ha alzato il tiro

Maria Latella per “A”, da “Dagospia

“L’unica morale possibile è questa: abbiamo sopravalutato Fini e sottovalutato la Tulliani».

Anche Fini l’avrebbe sottovalutata?
«Esatto. Eppure era una curva ben segnalata. Mi sembrava impossibile andarci a sbattere».

Vittorio Sgarbi ride, e poi fa balenare una moneta d’oro: «Peccato che lei non sappia alcune cose, che io peraltro non posso dire».

Conosceva anche lei la Tulliani?
«Ottimo intuito. La conoscevo bene. Per questo sono sconcertato: come poteva un uomo con le ambizioni di Fini avere un rapporto stabile e profondo con la Tulliani?» (more…)

La “zarina” tra toga e show tv mentre il fratellino va in Ferrari

agosto 11, 2010

Tulliani nel Principato scorrazza con un’auto da corsa da 197mila euro E un ex ultrà della Viterbese adesso denuncia: si intascava i nostri soldi

Nell’articolo: E veniamo a Elisabetta, la compagna del presidente della Camera, madre delle sue due figlie, e ribattezzata dalle «amiche» la «zarina». Capelli lunghi, labbra volitive, occhi nerissimi. Lei stessa in un sito internet si racconta così: «Brillantemente laureata in Giurisprudenza, decide di diventare docente universitario di Diritto penale internazionale, durante questo cammino però la passione per lo spettacolo diventa prevalente, ed intraprende così il suo percorso artistico». E infatti nel 2004 si dedica alla tv

Gabriele Villa per “Il Giornale

La strana coppia, o meglio la bella coppia. O, ancora meglio, come qualcuno negli stessi ambienti di An, l’ha definita «una delle più floride società per azioni sul mercato». Fratello e sorella. Sorella e fratello. Tulliani Elisabetta e Tulliani Giancarlo. Indissolubilmente tesi al successo e agli affari. Affari di famiglia, ovviamente. Un sodalizio di ferro, che ha fatto persino sbottare il «granduca» Gaucci dal suo forzato esilio di Santo Domingo: «Quando mi sono messo con Elisabetta ho dovuto prendere tutta la sua famiglia» e che ora ha messo amabilmente quanto efficacemente nei guai il presidente della Camera, Gianfranco Fini, entrato per ragioni di cuore, e al cuore come si sa non si comanda, nella medesima talentuosa e insaziabile famiglia. (more…)

Quando la fidanzata di Gaucci doveva diventare giornalista al Tempo

agosto 10, 2010

Franco Adriano per “Italia Oggi

Al Giornale e Libero si è ben presto aggiunto il quotidiano romano, il Tempo, tra i più schierati contro la coppia costituita dal presidente della Camera, Gianfranco Fini e Elisabetta Tulliani (con relativo fratello-cognato) per la vicenda della casa di Montecarlo, che ormai ha oscurato quella con vista Colosseo dell’ex ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola. «Una notizia ben trovata» e «una campagna che ha sfondato», come ha riconosciuto il direttore del Foglio, Giuliano Ferrara, pur prendendo le distanze come unico direttore di centro-destra, dall’orchestrazione.

Tuttavia, almeno per quanto riguarda il quotidiano del costruttore romano Domenico Bonifaci, va detto che si è contribuito a costruire il «mostro» che adesso si tenta di abbattere. Infatti, nella «Tullianeide – Elisabetta e la famiglia tra immobili, politica tv e squadre di calcio» (titolo a caratteri cubitali in primo piano sul Tempo di ieri) ci sarebbe da annoverare anche un passaggio a palazzo Wedekind dell’attuale compagna di Fini: in qualità di collaboratrice voluta direttamente dall’editore. L’allora fidanzata dell’ex presidente del Perugia calcio, Luciano Gaucci, infatti, desiderava tanto diventare giornalista pubblicista e dunque era necessario racimolare un certo numero di articoli firmati per ottenere il riconoscimento professionale. Bonifaci era l’imprenditore che aveva realizzato e venduto gli appartamenti in Valcannuta, dove oggi risiede la famiglia Tulliani (e anche Fini). Fu così, dunque, che prese avvio la collaborazione. Ma anche quella volta si generò qualche problema; della questione fu investito il Comitato di redazione e alla fine il rapporto di lavoro ebbe termine. Che era successo? Tutto era filato liscio finché un giorno alcuni giornalisti hanno contestato la circostanza di non avere apposto la firma a propri articoli e di leggerli il giorno dopo firmati dalla Tulliani. Ieri, intanto, una pubblicità in prima pagina sul quotidiano di piazza Colonna strappava un sorriso invitando a investire nel mattone a Santo Domingo, dove risiede Gaucci… e dalle parti della proprietà della casa di Montecarlo.

GAUCCI: “SAPEVO CHE FINIVA COSÌ, CON ELY PRENDI ANCHE IL FRATELLO”

agosto 9, 2010

Nell’articolo: Ma lei le fece firmare una dichiarazione che attesta che la signora Tulliani era una prestanome?
Sì, ma l’ho persa, chissà dove è finita perché sono un gran disordinato

Corrado Zunino per La Repubblica, da “Dagospia

Risponde alla telefonata intercontinentale la fidanzata dominicana: «Lusciano, pe´ te». Luciano Gaucci è in vacanza nel suo ranch vicino a Bavaro Beach, in quell´isola caraibica che l´ha salvato dall´arresto quando il Perugia calcio fallì.

Gaucci, lo sa che Giancarlo Tulliani, il fratello della sua ex fidanzata Elisabetta, ha fatto arrabbiare anche il presidente della Camera Gianfranco Fini?
«Era l´ora, quel buono a nulla. Si è sempre mosso insieme alla sorella e al resto della famiglia. T´innamoravi di Elisabetta e prendevi il pacchetto completo».

Giancarlo ha fatto tanti mestieri: presidente della sua Viterbese, manager televisivo, immobiliarista nel Principato di Monaco.
«Macché immobiliarista, non è preparato per fare certe cose, non ha esperienza. Alla Viterbese ce lo misi io perché ero innamorato della sorella. Poi mio figlio Alessandro, che di Elisabetta è stato compagno di classe, mi portò una cassetta con una telefonata registrata: padre e figlio si stavano portando via anche le seggiole. Iniziai ad aprire gli occhi».

Era il caso di mettere in piazza i vostri stracci: lei e la Tulliani vi accusate di esservi vicendevolmente portati via case, quadri, schedine miliardarie?
«Se la Tulliani dice falsità, non posso stare zitto. La schedina l´ho vinta io, il versamento era sul mio conto corrente. Se producono altre carte, vuol dire che sono false».

Ma l´avvocato Montone l´ha abbandonata sostenendo che lei, strumentalizzato da legali vicini al premier, si è prestato a un´operazione per gettare fango su Fini.
«Gli avvocati li scelgo io, Montone si può accomodare».
2 – QUELLE CASE SONO TUTTE ROBA MIA – LA VINCITA AL SUPERENALOTTO, I RAPPORTI CON I TULLIANI, I REGALI E GLI IMMOBILI… L’EX PRESIDENTE DEL PERUGIA CALCIO, CONDANNATO PER BANCAROTTA, RACCONTA I SUOI ANNI CON LA COMPAGNA DI FINI. E DI COME LE HA INTESTATO UNA PARTE DEL SUO PATRIMONIO PER SALVARLO DAI CREDITORI.
Fabrizio Paladini per Panorama

Buongiorno dottor Gaucci, mentre lei si gode in vacanza il sole di Santo Domingo, lo sa cosa sta accadendo in Italia?
Parla di Fini che è andato via dal partito? (more…)

Come ti infeltrisco Fini / Rettifica dei legali di Elisabetta Tulliani

agosto 3, 2010

“querelare senza spiegare né motivare è un atto di spocchia e di arroganza che non chiarisce la vicenda dell’appartamento di Montecarlo – Da notare che Fini, oltre a parlare ogni due minuti di moralità e legalità, si proclama difensore della libertà di stampa. Quale libertà di stampa? Quella che consente di sbertucciare i suoi avversari e soltanto quelli? Qui non siamo di fronte a una storia di letto e di corna: c’è di mezzo il patrimonio di un partito che non è proprietà privata del suo ex leader, bensì appartiene a tutti gli iscritti”…

Da Il Velino.it, da “Dagospia

Gianfranco Fini ci ha querelato. Ma querelare senza spiegare né motivare – scrive Vittorio Feltri su IL GIORNALE – è un atto di spocchia e di arroganza che non chiarisce la vicenda dell’appartamento di Montecarlo. Vicenda complessa di cui oggi forniamo ulteriori particolari che ne comprovano la fondatezza nei termini descritti dal nostro inviato Gian Marco Chiocci.

Riassumo. Una nobildonna lascia in eredità ad Alleanza nazionale un alloggio nel Principato di Monaco affinché sia destinato a finanziare ‘la buona battaglia’ degli ex missini. Valore dell’immobile: oltre 2 milioni di euro. Trascorre un po’ di tempo e si scopre che il quartierino è nella disponibilità del fratello di Elisabetta Tulliani, compagna di Fini. (more…)

Stamm’a a sentì, Gianfrà!

agosto 1, 2010

di Elisabetta Tulliani, (testo raccolto in sogno da Luca Telese), da “Il Fatto

A Gianfrà, come so’ contenta! Stavolta ce l’abbiamo fatta davero! Ce stavamo a ffà ‘a colla nel Pidielle! Me sento libera come il giorno che lasciai Gaucci come un fico secco.

Adesso non me devo più vergognà colle amiche mie intellettuali, quando vado dalla parrucchiera: “E st’omo tuo, Elisabbè, parla parla, ma alla fine non conclude…” Non conclude ‘n cazzo!, je dico la prossima vorta che le vedo! Te ne dovevi annà subbito, dopo quella porcata che me fecero a me a Striscia la notizia coi firmini de Gaucci.

La verità e che se eravamo già sposati, si t’avevo già ripulito come ho fatto mo’, le comiche finali dovevano finire subbito, il giorno del Predellino. E’ stato ‘no strazio, vive‘ ‘sti du’ anni co’ la morte ner core. E’ stata dura, Gianfrà, venitte a sentì in quel terificante congresso alla fiera de Roma: io nun te capivo, ma te so’ stata al fianco, perché so’ la donna tua, c’abbiamo due pupe fatte insieme.

E’ stata dura ritrovasse su Novella 2000, io co’ na mano che me sistemo er perizoma, tu con l’attrezzo de fori. Ma siamo andati avanti lo stesso. (more…)