Posts Tagged ‘ettore petrolini’

Ettore Petrolini prepotente geniale

ottobre 4, 2011

Ettore Petrolini

Una conversazione con il regista Blasetti

Alberto Bevilacqua per “Il Corriere della Sera

Due personaggi memorabili, il regista Alessandro Blasetti, nome storico del cinema italiano, e il grande Ettore Petrolini. Nel 1932, Blasetti diresse Petrolini nel film Nerone. Ricordo, qui, una chiacchierata con Blasetti. «Sapresti definire Petrolini con tre aggettivi?». «Il primo, certo, è: prepotente. Il secondo, ovvio, è: geniale. Il terzo, immediato, è: popolare. Non in senso generico. Intendo di sangue, di razza popolare». «In che modo Petrolini esercitava la sua prepotenza?». «Nel modo più semplice. Pretendeva, e otteneva, di fare solo ciò che voleva. Le persone che stavano sotto di lui non reagivano e non osavano alzare la voce. La sua prepotenza si realizzava perciò senza aperti contrasti e alterchi. Da parte mia, capii a tempo questo difficile gioco di equilibri e usai quella che si dice cortese fermezza. A Petrolini fu chiaro che entrambi eravamo ben decisi a certe cose». «Oltre che divertire, Petrolini si divertiva? E come?». «Con le donne, soprattutto. Non esisteva donna appena passabile che, conoscendolo, non fosse tenuta a cedergli. Fu uno dei modi in cui riuscì a sfruttare quasi ossessivamente il suo successo. Per il resto, non beveva. Mangiava con gusto, ma senza eccessi». (more…)

“Petrolini inedito”

febbraio 23, 2010

ESCE UNA RICCA COLLEZIONE INEDITA DI COMMEDIE, MACCHIETTE E STORNELLI DEL GRANDE COMICO ROMANO – PUBBLICHIAMO UN TESTO DEI PRIMI ANNI VENTI, “Er teppista politico”, BOMBASTICO ritratto della corruzione politica. ATTUALISSIMO: “Fu proprio lui a famme la proposta…/dice: “Dimmi Ninetto: quanto costa/l’appoggio tuo alla prossima elezione?”…

Rita Sala per “il Messaggero

Brutto? Non proprio. Magari non bello in senso classico. Ettore Petrolini era piuttosto una miscela di charme e irrisione, eleganza e piglio popolare. Padre di “tipi” indimenticati, da Nerone ad Archimede, da Gastone a Benedetto, nonché interprete di film sospirosi primo Novecento, fu bravissimo. Un mare di talento, dicono, amore della vita, gusto del teatro, il graffio satirico, la passione comica, un’integrale vocazione al gioco scenico, all’ambiguità poetica.

Di Petrolini, a tutt’oggi evocato da tanti, sono state recuperate, alla Biblioteca del Burcardo, pagine e pagine di inediti. Che Gremese, editore particolarmente attento alla letteratura teatrale, pubblica in “Petrolini inedito” (396 pagine, 27 euro, a fine mese in libreria), a cura di Claudio Giovanardi e Ilde Consales, con una prefazione di Gigi Proietti. In pagina il brano iniziale della stessa, nonché, di Petrolini, parte di “Er teppista politico”, testo in versi e prosa contenuto nel manoscritto del Terzo Quaderno della Collezione Paola Petrolini. (more…)