Posts Tagged ‘fininvest’

La Fininvest sta peggio del capo

settembre 5, 2010

Viaggio nei bilanci di Fininvest e delle controllate: Mediaset, Mondadori, Mediolanum e Milan. Dai debiti degli anni ’90 alla ristrutturazione finanziaria, con ricca distribuzione degli utili alla famiglia padrona. Adesso i numeri volgono al peggio: siamo agli anni del declino. In quest’articolo si spiega perché

di Pitagora da “Sbilanciamoci.info

E’ opinione diffusa che la situazione economica e finanziaria del gruppo Fininvest fosse critica nei primi anni ’90 mentre sia florida quella attuale. L’esame delle informazioni di bilancio, delle operazioni realizzate sui mercati finanziari, dei punti di forza nei confronti dei concorrenti e dei rischi che gravano sulle società del gruppo mostra una realtà differente.

All’inizio degli anni ’90 il gruppo Fininvest era fortemente indebitato: nel bilancio consolidato del 1993, i debiti finanziari assommavano a circa 4.500 miliardi di lire e quelli commerciali superavano i 2.200 miliardi, ma le società operative si trovavano in una situazione favorevole nei mercati di riferimento. I rischi che gravavano sul gruppo riguardavano comportamenti degli amministratori censurabili sul piano penale, ma con improbabili ricadute sulle società operative. L’assetto proprietario, benché opaco e improprio, consentiva un’elevata flessibilità della gestione.

Le tre principali società del gruppo (Mediaset, Mondadori, Mediolanum) esprimevano elevate potenzialità di reddito perché operavano in mercati in espansione in una posizione di vantaggio rispetto ai concorrenti; in particolare:

  • Mediaset si trovava in una situazione di duopolio con la Rai, ma aveva una struttura organizzativa più agile, una gestione più flessibile ed era sottoposta a minori vincoli amministrativi;
  • La quota di Mondadori nel mercato dei libri e dei periodici era maggioritaria e la carta stampata non subiva la concorrenza di altri media;
  • Il modello commerciale di Mediolanum, incentrato sulla rete di promotori finanziari invece che di sportelli fissi rappresentava uno schema più aggressivo e flessibile ma meno costoso rispetto a quello dei concorrenti; inoltre il mercato della previdenza privata e del risparmio gestito si trovava in una fase di espansione.

    I punti di forza delle società operative consentirono la ristrutturazione finanziaria del gruppo attraverso l’apertura dell’assetto proprietario al mercato. (more…)

CRISI? QUALE CRISI? NON C’È FININVEST ALLA CUCCAGNA DEL LOS BERLUSCONIS

giugno 22, 2010

IL BANANA E I CINQUE FIGLI SI DIVIDONO 200 MILIONI DI EURO GRAZIE ALL’INEDITA ACCOPPIATA TRA ENNIO DORIS E KAKÀ – NESSUN ACCANTONAMENTO PER IL LODO MONDADORI (SICURI DI VINCERE L’APPELLO)…

Francesco Manacorda per “il Sole 24 ore

L’inedita accoppiata tra Ennio Doris e Kakà fa felice la famiglia Berlusconi anche in un anno difficile come il 2009. E le holding di famiglia che controllano Fininvest Spa si portano comunque a casa un tutt’altro che disprezzabile dividendo di 200 milioni da distribuire tra Silvio Berlusconi e i suoi cinque figli.

Anche perché la capogruppo ha deciso di non accantonare nessuna cifra per fare fronte alla vicenda Lodo Mondadori, per la quale proprio Fininvest è stata condannata in primo grado dal Tribunale civile di Milano a pagare un risarcimento di 750 milioni alla Cir. Una sicurezza che deriva, spiega un comunicato, dai «plurimi e fondati motivi d’appello supportati, quanto all’insussistenza del danno, dai risultati della consulenza di parte nonché dai pareri resi». Insomma, gli esperti avrebbero assicurato al gruppo che non pagherà. (more…)

DUELLO FININVEST-“REPUBBLICA”

novembre 30, 2009

“AVETE travisate LE DICHIARAZIONI DEL funzionario della Banca d´Italia Giuffrida sull´assoluta trasparenza degli apporti finanziari alle origini del gruppo Fininvest” – LA RISPOSTA: ‘Quel che conta non sono le parole di Giuffrida, ma quel che è scritto nella sentenza contro Dell´Utri: ci sono all´origine di Fininvest operazioni finanziarie “anomale”…

1 – “IL CONSULENTE DELLA PROCURA ESCLUSE OGNI POSSIBILE OMBRA”
Lettera di Franco Currò (Direttore Comunicazione Fininvest) a “la Repubblica

Egregio Direttore,la presidente della Fininvest Marina Berlusconi – annunciando la decisione di procedere per le vie legali – ha già anche espresso il giudizio sull´operazione diffamatoria organizzata dalla Repubblica nei confronti di un grande gruppo imprenditoriale come il nostro per colpire il suo fondatore. Non ci sarebbe altro da aggiungere. Tuttavia, nell´articolo “Quelle nebbie misteriose sulle origini della Fininvest”, la Repubblica torna sul tema con alcuni elementi su cui non è possibile tacere. Vediamo i principali.

Il pezzo forte dell´articolo sembra essere la ricostruzione degli apporti finanziari alle origini del gruppo Fininvest, affidata dalla Procura di Palermo al funzionario della Banca d´Italia Francesco Giuffrida. I due giornalisti citano la sentenza del Tribunale palermitano secondo cui né il consulente della Procura né quello della difesa sono riusciti “a risalire in termini di assoluta certezza e chiarezza all´origine, qualunque essa fosse, lecita o illecita, dei flussi di denaro investititi nella creazione delle holding Fininvest”. (more…)