Posts Tagged ‘genocidio ruanda’

Genocidio premeditato

gennaio 19, 2010

Ruanda, un nuovo rapporto d’indagine ridisegna la storia del conflitto scoppiato nel 1994 nello Stato africano. Ad uccidere il presidente Juvenal Habyarimana furono i soldati dell’esercito nazionale.

Non fu un attacco nemico dei Tutsi ma un vero e proprio colpo di Stato organizzato e eseguito dai colonnelli delle Forze Armate del Ruanda (Far). Queste le conclusioni dei sette membri della Commissione indipendente che da due anni indaga sui fatti del 6 aprile 1994 che portarono all’abbattimento dell’aereo del presidente Juvenal Habyarimana. Il rapporto Mutsinzi potrebbe, se accettato dalla giustizia internazionale, riscrivere la storia della guerra civile fra tutsi e hutu nello stato africano, nel corso della quale morirono oltre un milione di persone.

Responsabilità mai accertate.
Fino ad ora sono state solo ipotesi quelle volte a identificare i possibili esecutori dell’attentato che portò alla morte di Habyarimana e di Cyprien Ntaryamira, allora presidente del Burundi, che viaggiava con lui sul Falcon 50 di proprietà francese. La politica interna attuata da Habyarimana nel 1993 avrebbe reso il presidente di etnia hutu un bersaglio per entrambe le fazioni in lotta. Il 4 agosto di quell’anno il politico firmò i cosiddetti Accordi di Arusha volti a sancire una tregua col Fronte Patriottico del Ruanda (RPF) guidato da Paul Kagame – attuale presidente dello Stato – al quale venne subito attribuita la regia dell’omicidio. Secondo il “Potere Hutu” , la frangia estremista della formazione di governo, Kagame e i suoi avrebbero colpito l’esponente di spicco dei tutsi per paura di non vedere compiute le promesse di Arusha le quali concedevano al RPF un ruolo politico e militare importante all’interno della società ruandese. Con questo pretesto gli hutu, numericamente superiori ai tutsi, aprirono gli scontri che portarono al genocidio del 1994. (more…)