Posts Tagged ‘john fisher burns’

L’America non può restare: ma si rischia la guerra civile

agosto 13, 2010

Nell’articolo: Basti ricordare che gli iracheni non sono stati neppure in grado di promulgare una legge petrolifera per spartirsi i proventi del greggio. L’impasse è terrificante

Lorenzo Cremonesi per “Il Corriere della Sera”

«Lo sapevano tutti. È noto da tempo che il ritiro americano dall’Iraq era inevitabile. Come del resto è quasi inevitabile l’implosione del Paese una volta che i soldati americani se ne saranno andati». John Fisher Burns (65 anni, due premi Pulitzer) parla con l’esperienza di decenni da inviato per il New York Times nelle zone calde del pianeta: Cina e Unione Sovietica durante la Guerra Fredda, Africa, il Pakistan dei golpe militari, Afghanistan talebano e soprattutto cinque lunghi anni (2002-2007) da capo ufficio per la sede di Bagdad. Così commenta per telefono da Londra le prospettive del futuro iracheno.
Dunque non ha senso chiedere agli americani di restare?
«Non ne ha più. Il meccanismo è ormai avviato, lo dettano esigenze militari e tabelle politiche. Da molto tempo ormai gli Stati Uniti hanno scelto tra la necessità di perseguire i propri interessi e quella di evitare la guerra civile in Iraq. Il paradosso è che da sette anni, dopo l’invasione Usa del marzo 2003, gli iracheni pagano un prezzo altissimo. E ora rischiano di pagarne uno anche peggiore con il ritiro». (more…)