Posts Tagged ‘marijuana’

Il governo olandese vuole mettere la marijuana troppo forte fuori legge

ottobre 27, 2011

L’idea del ministro della Giustizia è di trattare la skunk, la cannabis con un forte quantitativo di principio attivo, al pari di eroina e cocaina in modo da vietarne la vendita. Insorgono gli imprenditori del settore: “Provvedimento demenziale, basato su presupposti scientifici inesistenti

Massimiliano Sfregola per “Il Fatto

La guerra alla droga che contrappone governo olandese da una parte e il mondo attorno al commercio della marijuana (che in Olanda è semi-legale) dall’altra, si arricchisce di un nuovo capitolo.

Nel corso di una recente conferenza stampa, il ministro della Giustizia, Ivo Opstelten ha annunciato che dal 2012 la cannabis venduta nei coffee-shop, i bar dove dal 1976 è tollerata la vendita di piccoli quantitativi di erba e hascisc, non potrà più superare il 15 per cento di thc, il tetraidrocannabinolo, uno dei principi attivi responsabili dell’effetto di quelle sostanze. L’erba più forte, la cosiddetta skunk, sarà quindi trattata, secondo i piani del governo, al pari delle droghe pesanti e inserita nella tabella delle ‘hard drugs’, insieme aderoina e cocaina, la cui vendita al dettaglio è vietata.

La decisione, come aveva suggerito lo scorso giugno una commissione governativa incaricata di redigere una proposta di riforma dell’attuale legislazione sugli stupefacenti, arriva proprio in concomitanza con il parziale abbandono del progetto di chiusura dei coffee-shop ai turisti a causa della ferma opposizione di gran parte dei sindaci del paese. Nell’annunciare il provvedimento, il ministro della Giustizia ha sottolineato coma la responsabilità del mancato monitoraggio sarà totalmente a carico dei negozi, nonostante a questi ultimi sia consentita solo la vendita al dettaglio.

Questa nuova offensiva del governo, si muoverebbe sulla linea di evidenze scientifiche, che dimostrerebbero quanto siano rischiose per la salute alte percentuali di Thc. E gli imprenditori della cannabis, cosa ne pensano? (more…)

L’industria della marijuana

giugno 14, 2011

Una multinazionale statunitense vuole lanciare una nuova linea di prodotti per la coltivazione dell’erba per scopi terapeutici

da“ilpost

Scotts Miracle-Gro è una delle più grandi multinazionali statunitensi specializzate nella vendita di prodotti per le coltivazioni e il giardinaggio. La società è diventata famosa principalmente grazie ai propri diserbanti, ma un particolare tipo di erba potrebbe invece fare la fortuna dell’azienda nei prossimi anni. Jim Hagedorn, amministratore delegato di Scotts, ha deciso di investire nella creazione di prodotti per facilitare la coltivazione della marijuana, il cui utilizzo a scopi terapeutici è diventato legale in numerose aree degli Stati Uniti, spiegano oggi sul Wall Street Journal.

«Il mio obiettivo è il mercato dell’erba. Non c’è nessun buon motivo per cui non dovremmo occuparcene» ha dichiarato Hagedorn. La marijuana potrebbe essere una buona soluzione per rimettere in moto gli affari, rallentati ancora dagli effetti della crisi economica. Le vendite di Scotts dipendono per circa i due terzi dalla grande distribuzione, ma negli ultimi anni i grandi rivenditori come Depot e Wal-Mart non hanno costruito molti nuovi negozi, condizionando la crescita della società. Secondo Hagedorn, le nicchie del mercato, come quella della coltivazione della marijuana per scopi terapeutici, potrebbero tornare utili in questo periodo e consentirebbero a Scotts di differenziare le proprie vendite, riducendo la dipendenza dalla grande distribuzione. (more…)

MARIJUANA COME FARMACO

Mag 13, 2010

La Asl dell’Aquila ne ha consegnati 270 grammi a Marco Di Paolo, malato di sclerosi multipla. Si tratta dell’applicazione della sentenza, la prima in Italia, che autorizza la fornitura gratuita della sostanza a scopo terapeutico. La cura costa alla sanità 12 mila euro l’anno a paziente. Questo costo si abbasserebbe a 5 mila euro se la marijuana fosse prodotta nel nostro paese invece che acquistata in Olanda

 Sono stati consegnati nella mattinata all’ospedale di Sulmona 270 grammi di marijuana a Marco Di Paolo, 42 anni, di Cansano, ex poliziotto e malato di sclerosi multipla, in base alla sentenza – la prima in Italia – emessa dal giudice Elisabetta Piazzi del Tribunale di Avezzano con la quale la Asl è tenuta a fornire gratuitamente la marijuana per scopi terapeutici, nel rispetto dell’articolo 32 della Costituzione.La consegna della sostanza è avvenuta nella farmacia del nosocomio alla presenza degli avvocati dell’uomo, Bartolo De Vita e Maria Teresa Saporito. L’istanza avanzata sette mesi fa è stata accolta nel febbraio scorso e, questa mattina, Di Paolo ha ricevuto la prima fornitura che gli consentirà di curarsi per i prossimi tre mesi (il paziente ne userà tre grammi al giorno). (more…)

MARIJUANA LIBERA, ANZI NO

ottobre 19, 2009

imagesIN CALIFORNIA LA GENTE SI AMMAZZA DI CANNE PERCHÉ È LEGALE DARE L’ERBA AI MALATI TERMINALI (E LE FARMACIE LA DANNO A CHIUNQUE) – ORA MAGISTRATI E POLIZIA PARTONO AL CONTRATTACCO. MA È UN COMMERCIO CHE RENDE 18 MLN L’ANNO AL DISASTRATO BUDGET DELLO STATO DI SCHWARZY…

Glauco Maggi per “La Stampa”

 

A Los Angeles sta per finire la pacchia della marijuana, che è oggi liberamente acquistabile in un migliaio di punti-vendita. Il procuratore distrettuale della contea, Steve Cooley, ha detto infatti che passerà alle maniere forti, incriminando i commercianti che di fatto spacciano l’erba proibita, celandosi dietro la foglia di fico della Proposition 215 del 1996, che rese legale il possesso e la coltivazione della marijuana per i malati e per chi li ha in cura.

La norma, «Compassionate Use Act», è stata interpretata dal «mercato» come una sorta di via libera. Lo scopo era di consentire alle persone con gravi disturbi di ottenere lecitamente una dose congrua di «fumo» a fine terapeutico, ma dalla pura finalità medica il passo alla liberalizzazione mascherata è stato però inevitabile, accelerato recentemente dalla posizione assunta dall’amministrazione Obama di non perseguire i pazienti che usano marijuana. (more…)

Coltivatori di erba proibita

ottobre 6, 2009

marijuana01gQuando il giardinaggio è illegale: aumentano i sequestri di marijuana sui balconi

ELENA LISA
MILANO
Vietato parlare di «nuova tendenza». Gli appassionati del genere piuttosto la definiscono «esplosione di un fenomeno mai tramontato». Novità o no, resta il fatto che le notizie di sequestri di piantagioni di marijuana «domestica», coltivata su balconi e giardini privati, si susseguono senza tregua. Oltre all’arresto, uno smacco per i coltivatori metropolitani fai-da-te che, dopo mesi di pollice verde, devono dire addio a fusti alti due metri proprio nel mese di raccolto. (more…)

SIAMO ALLA CANNA (DI MARIJUANA)

luglio 31, 2009

imagestassa sullo spinello! è LA ricetta olandese per la crisi – NON è UNA FREGNACCIA: GRAZIE AI “TURISTI DELLA CANNA”, ogni anno si vendono 265mila chili tra marijuana e hascisc per un giro d´affari da due miliardi di euro

 

Rosalba Castelletti per La Repubblica

A ogni boccata di marijuana una boccata d´ossigeno per le casse statali, ma anche una stangata per i cosiddetti «turisti dello spinello». In tempi di crisi si pensa anche a questo: a proporre un disegno di legge per imporre una tassa straordinaria sul consumo di cannabis laddove, come in Olanda, è tollerato. L´idea è venuta al parlamentare olandese Boris van der Ham, esponente del partito social-liberale D66, mentre si trovava a Oakland, prima città statunitense ad aver approvato la settimana scorsa la tassazione della marijuana per scopi terapeutici. (more…)