Posts Tagged ‘mediobanca’

C’è un dinosauro nel salotto

novembre 26, 2010

Vincenzo Comito, da Sbilanciamoci.info

Mediobanca da Mattioli a Geronzi. L’ex salotto buono del potere economico italiano è adesso un groviglio spaventoso di azioni, dove i controllati controllano i controllanti e viceversa. Un jurassic park del capitalismo nostrano, che rischia di peggiorare con una ancora maggiore concentrazione con Generali

Per molto tempo Mediobanca e Generali hanno costituito quasi un tutto unico; il possesso di una quota azionaria di molto rilievo nel capitale della seconda ha permesso a lungo alla banca d’affari milanese di governare sostanzialmente il colosso assicurativo. Così, ad esempio, tra il 1999 e il 2002 Mediobanca ha cambiato per ben tre volte il presidente della società triestina. Ma negli ultimi tempi il legame sembra indebolirsi. La situazione potrebbe ora cambiare ulteriormente e anche drasticamente a breve. Appare comunque importante trattare insieme delle vicende delle due strutture, che sono oggi al cuore di una inusitata concentrazione di potere industriale-finanziario-politico nel nostro paese e che con le recenti vicende dell’Unicredit sembra avviarsi a diventare ancora più minacciosa. (more…)

Cosa direbbe oggi Cuccia ai nuovi vertici di Mediobanca e Generali

aprile 3, 2010

La Malfa spiega quali sono gli insegnamenti dell’ex presidente che ora farebbero comodo a Geronzi e a Pagliaro

Le decisioni di questi giorni circa il vertice delle Assicurazioni Generali hanno nuovamente attirato l’attenzione su Mediobanca, che oltre a essere il principale azionista delle Generali è stata ed è al centro dei maggiori affari del paese. Ci si è chiesti se e quanto a lungo Mediobanca potrà conservare questo ruolo nelle mutate condizioni economiche interne e internazionali. Sul Foglio di mercoledì Giandomenico Piluso, che ha scritto di recente un libro sulla storia di Mediobanca, si è chiesto se essa “possa continuare indefinitamente in autonomia”. E’ un interrogativo legittimo, e la risposta verrà solo con il tempo. Del resto, lo stesso Enrico Cuccia, che aveva costruito passo dopo passo un istituto di credito che ha avuto un ruolo essenziale nella crescita dell’economia italiana del Dopoguerra, si poneva spesso, negli ultimi anni della sua vita, la stessa domanda. Temeva che all’indomani della sua scomparsa si sarebbe creata una bagarre per impadronirsi di Mediobanca e dividersene le spoglie e aggiungeva, scherzando, che se era caduto l’impero romano non si poteva escludere che Mediobanca avrebbe fatto la stessa fine. (more…)

Geronzicrazia

febbraio 2, 2010

Il presidente di Mediobanca pronto a prendere la guida di Generali. Storie di potere e di guai con la giustizia

Il “Sistema Geronzi” è a una svolta. Il banchiere romano che è passato indenne dalla Prima alla Seconda Repubblica, accrescendo il suo potere fino a occupare in Mediobanca la scrivania che fu di Enrico Cuccia, ora potrebbe traslocare da Milano a Trieste, salendo al vertice delle Generali al posto di Antoine Bernheim. È da tempo che la voce si ripete nel telefono senza fili della finanza. C’è chi spiega il possibile trasloco come la mossa di una partita a scacchi: meglio lasciare volontariamente la poltrona di comando di una banca, prima di essere costretto a farlo a causa di una legge bancaria severa con chi ha problemi giudiziari. E Cesare Geronzi di problemi giudiziari ne ha tanti. (more…)