Posts Tagged ‘michael ledeen’

A Bagdad in carro armato, ultimo desiderio

settembre 8, 2010

Michael Ledeen, da “Il Corriere della Sera”

Aveva un intuito sorprendente nel capire quel che rende unica l’America e, a differenza della maggior parte degli intellettuali europei, vi si trovava molto bene. Non che fosse ciecamente innamorata di noi, spesso prorompeva in colorite esplosioni di rabbia se qualcuno che le piaceva faceva qualcosa che non le piaceva. Amava però profondamente l’America (figlia della Resistenza italiana, sapeva che i valori per cui aveva rischiato la vita — opposizione alla tirannia, sostegno della democrazia — hanno poche probabilità di successo se l’America è sconfitta), e l’attacco alla città di New York — la sua New York — la fece infuriare e forse la spaventò. Scrisse La rabbia e l’orgoglio, il celebre articolo sul «Corriere», e poi il libro, in uno stato di profonda emozione. Capiva bene noi americani e sapeva che la maggior parte dei suoi lettori non ci capiva. La sua passione, o la precisione della sua visione, non deve andar persa: «Tutti. Giovani, giovanissimi, vecchi, di mezz’età. Bianchi, neri, gialli, marroni, viola… Li avete visti o no? Mentre Bush li ringraziava non facevano che sventolare le bandierine americane, alzare il pugno chiuso, ruggire: Usa! Usa! Usa! In un Paese totalitario avrei pensato: “Ma guarda come l’ha organizzata bene il Potere!”. In America, no. In America queste cose non le organizzi… Il fatto è che l’America è un Paese speciale, caro mio. Un Paese da invidiare, di cui esser gelosi… Lo è perché è nato da un bisogno dell’anima… e dall’idea più sublime che l’Uomo abbia mai concepito: l’idea della Libertà, anzi della libertà sposata all’idea di uguaglianza». (more…)