Posts Tagged ‘piano di rinascita democratica’

Il testo integrale del Piano P2 e l’elenco degli iscritti

maggio 23, 2010

da “L’Unità

Licio Gelli, P2, Piano di Rinascita Democratica, il documento
Il Piano di Rinascita Democratica della Loggia P2, fu sequestrato alla figlia di Licio Gelli
nell’estate del 1982. Era, giova ricordarlo, la forma con la quale reduci della Repubblica di Salò e spezzoni della classe dirigente conservatrice volevano instaurare un dittatura soft nel paese.
Ogni giorno che passa, dalla costituzione di un sistema bipartitico, al controllo dei media (anche attraverso l’abolizione dei contributi pubblici), alla divisione delle carriere dei magistrati, all’abolizione del valore legale del titolo di studio, diventa più attuale.
In coincidenza con l’inopinato ritorno in tivù del Gran Maestro Venerabile della Loggia Massonica P2, Licio Gelli, con il programma “Venerabile Italia” in onda lunedì su Odeon Tv, riproponiamo per i lettori di Giornalismo partecipativo l’intero documento.

PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA DELLA LOGGIA P2
PREMESSA
1) L’aggettivo democratico sta a significare che sono esclusi dal presente piano ogni movente od
intenzione anche occulta di rovesciamento del sistema.
2) Il piano tende invece a rivitalizzare il sistema attraverso la sollecitazione di tutti gli istituti che la
Costituzione prevede e disciplina, dagli organi dello Stato ai partiti politici, alla stampa, ai sindacati,
ai cittadini elettori.
3) Il piano si articola in una sommaria indicazione di obiettivi, nella elaborazione di procedimenti –
anche alternativi – di attuazione ed infine nella elencazione di programmi a breve, medio e lungo
termine.
4) Va anche rilevato, per chiarezza, che i programmi a medio e lungo termine prevedono alcuni
ritocchi alla Costituzione – successivi al restauro del libero gioco delle istituzioni fondamentali –
che, senza intaccarne l’armonico disegno originario, le consentano di funzionare per garantire alla
nazione ed ai suoi cittadini libertà e progresso civile in un contesto interno e internazionale ormai
molto diverso da quello del 1946. (more…)