Posts Tagged ‘regione puglia’

Assegno di 400mila euro al pd che va a escort

settembre 13, 2010

Il superbonus dell’ex vicepresidente pugliese, Sandro Frisullo, è stato deciso in estate: la buonauscita sfiora i 400mila euro (anche se 152mila li aveva prelevati in anticipo). Per l’indagato pure una pensione di 10mila euro

Nell’articoloLa norma che consentirà a lui (e ad altri quaranta ex consiglieri regio­nali pugliesi) di riuscire a mettere di­gnitosamente insieme il pranzo con la cena, anche senza fare più politi­ca, porta la firma di Mario De Cristo­faro. L’ex presidente del Consiglio regionale pugliese nel 2003, quan­do a governare la Puglia era l’attuale ministro Raffaele Fitto

Felice Manti per “Il Giornale

C’è un ex detenuto in attesa di giudizio che ad agosto si stava fre­gando le mani dalla gioia. Aveva ap­pena incassato un maxi assegno da 10mila euro lorde di pensione e una buonuscita record che sfiora i 400mila euro (anche se 152mila eu­ro li aveva già prelevati in anticipo). Il suo nome è Sandro Frisullo, ex po­tentissimo vicepresidente Pd della vendoliana Regione Puglia, arresta­to il 18 marzo scorso con l’accusa di associazione per delinquere, corru­zione e turbativa d’asta con contor­no di presunte tangenti nella sanità in cambio di qualche escort a buon mercato, anzi praticamente gratis. Frisullo è a piede libero dal 17 lu­glio, dopo che il gip del Tribunale di Bari Sergio Di Paola ha revocato gli arresti domiciliari. Ma 21 giorni di cella se li è fatti tutti, dall’arresto al­l’ 8 aprile, perché «accusato di aver utilizzato il suo peso politico – que­sta la tesi della Procura barese – per far vincere l’amico, il re della sanità Gianpi Tarantini in cambio di soldi e favori». Quanti e quali? (more…)

Bufera sulla Merrill Lynch per i bond da 870 milioni della Regione Puglia

febbraio 3, 2010

La Guardia di Finanza sequestra la rata che la Regione Puglia versa alla Merrill Lynch International per l’operazione di ristrutturazione del debito da 870 milioni di euro, effettuata nel 2003-2004, per far fronte al «profondo rosso» della sanità pugliese. Il sequestro è stato eseguito dal nucleo di polizia tributaria nell’imminenza della scadenza del versamento semestrale della rata (6 febbraio) in esecuzione del provvedimento del gip di Bari.

TRUFFA – A carico dei rappresentanti degli istituti bancari che hanno partecipato all’operazione viene contestato il reato di truffa aggravata ai danni di un ente pubblico «per violazione degli obblighi di comportarsi con diligenza, correttezza e professionalità nonché‚ di informare compiutamente il cliente sulle operazioni finanziarie proposte».
Secondo la procura, in particolare sarebbe «stata attestata una falsa convenienza economica dell’operazione finanziaria che ad oggi ha prodotto un danno alla Regione, rispetto ad un analogo finanziamento della Cassa depositi e prestiti, di circa 70 milioni euro». (more…)