Posts Tagged ‘repubblica’

La repubblica ? Nasce dalla Bibbia

settembre 12, 2010

Nell’articolo: Nel primitivo Stato degli ebrei, potere politico e potere religioso erano uniti. Bene, si dirà, proprio il contrario della concezione moderna, ma – e qui sta il “trucco” di Nelson – una simile unione funzionava solo poiché i detentori del potere civile (prima i Giudici, poi i Re e alla fine il Sinedrio) avevano anche potere religioso. Questo significa che non c’era presso gli ebrei un’autorità religiosa autonoma; pertanto, quello che potrebbe sembrare un modello teocratico per eccellenza, limitava gli interventi delle autorità in materia di fede solo a ciò che toccava il bene comune, lasciando libere le coscienze e i cuori

Giulio Busi per “Il Sole 24 Ore”

«Religione e politica non sono forse la stessa cosa? ». Agli inizi dell’Ottocento, quando quell’inguaribile testa calda di William Blake poneva questa domanda ai (pochissimi) lettori del suo Jerusalem, la frase aveva ormai un valore soprattutto provocatorio. Erano quasi due secoli che gli intellettuali europei si scagliavano contro la vecchia alleanza tra Stato e Religione, e le rivoluzioni settecentesche avevano sancito la separazione tra i due domini. Il distacco tra cosa pubblica e istituzione di fede è generalmente considerato il risultato di un lento cammino di laicizzazione della società occidentale. In un nuovo libro, destinato a far discutere, Eric Nelson dell’Università di Harvard prova a smontare questa vulgata e per farlo non esita a gettare nella mischia pii teologi protestanti del Seicento e, cosa ancora più inaspettata, un bel numero di rabbini tradizionalisti. (more…)

PANSA: “CARLO DE BENEDETTI È SCESO IN CAMPO. SI PREPARA A FARE POLITICA IN PRIMA PERSONA, COME FECE NEL ’94 IL SUO AVVERSARIO STORICO, BERLUSCONI

Mag 20, 2010

OGGI COME ALLORA, L’ITALIA È NEL CAOS, LA TEMPESTA GIUDIZIARIA INFURIA, I PARTITI SI STANNO FRANTUMANDO. DE BENEDETTI VEDE IL VUOTO ED È TENTATO DAL RIEMPIRLO. CON L’INTERVISTA A GUZZANTI È USCITO DALLA POLITICA INVISIBILE ED È ENTRATO NELLA POLITICA DICHIARATA, ESTERNATA, QUASI GRIDATA”…

Aldo Cazzullo per “il Corriere della Sera

«Carlo De Benedetti è sceso in campo. Si prepara a fare politica in prima persona, come fece nel ’94 il suo avversario storico, Silvio Berlusconi. Oggi come allora, l’Italia è nel caos, la tempesta giudiziaria infuria, i partiti si stanno frantumando. De Benedetti vede il vuoto ed è tentato dal riempirlo. Con l’intervista a Paolo Guzzanti è uscito dalla politica invisibile ed è entrato nella politica dichiarata, esternata, quasi gridata».

Giampaolo Pansa, ma che dice? Nella stessa intervista, De Benedetti ha chiarito che non farà mai politica in prima persona: «Un imprenditore non può, in quanto tende a diventare dittatore».
«E lei ci crede? Perché allora ne avrebbe parlato, se non l’avesse avuto in testa? Io ho una regola professionale: i grandi uomini d’affari non dicono mai la verità sino in fondo. Fu lo stesso De Benedetti a spiegarmelo, quando nell’89 gli proposi io un libro-intervista». Lei? «Me lo commissionò Leonardo Mondadori. Ma lui rispose che un finanziere non può fare un libro-intervista, perché sarebbe costretto a dire troppe bugie. Allora lo scrissi con Cesare Romiti: Questi anni alla Fiat ». (more…)

DUELLO FININVEST-“REPUBBLICA”

novembre 30, 2009

“AVETE travisate LE DICHIARAZIONI DEL funzionario della Banca d´Italia Giuffrida sull´assoluta trasparenza degli apporti finanziari alle origini del gruppo Fininvest” – LA RISPOSTA: ‘Quel che conta non sono le parole di Giuffrida, ma quel che è scritto nella sentenza contro Dell´Utri: ci sono all´origine di Fininvest operazioni finanziarie “anomale”…

1 – “IL CONSULENTE DELLA PROCURA ESCLUSE OGNI POSSIBILE OMBRA”
Lettera di Franco Currò (Direttore Comunicazione Fininvest) a “la Repubblica

Egregio Direttore,la presidente della Fininvest Marina Berlusconi – annunciando la decisione di procedere per le vie legali – ha già anche espresso il giudizio sull´operazione diffamatoria organizzata dalla Repubblica nei confronti di un grande gruppo imprenditoriale come il nostro per colpire il suo fondatore. Non ci sarebbe altro da aggiungere. Tuttavia, nell´articolo “Quelle nebbie misteriose sulle origini della Fininvest”, la Repubblica torna sul tema con alcuni elementi su cui non è possibile tacere. Vediamo i principali.

Il pezzo forte dell´articolo sembra essere la ricostruzione degli apporti finanziari alle origini del gruppo Fininvest, affidata dalla Procura di Palermo al funzionario della Banca d´Italia Francesco Giuffrida. I due giornalisti citano la sentenza del Tribunale palermitano secondo cui né il consulente della Procura né quello della difesa sono riusciti “a risalire in termini di assoluta certezza e chiarezza all´origine, qualunque essa fosse, lecita o illecita, dei flussi di denaro investititi nella creazione delle holding Fininvest”. (more…)

Obama dice no a Repubblica

luglio 9, 2009

imagesLa campagna di Repubblica per delegittimare Silvio Berlusconi agli occhi del mondo ha avuto parecchio successo in queste ultime settimane, ma è anche incappata in qualche passo falso: non solo il riconoscimento della leaderhip berlusconiana sui temi in discussione al G8 nientemeno che da parte di due giganti della sinistra occidentale come Barack Obama e Gordon Brown, ma anche la beffa di aver ricevuto un “no” dalla Casa Bianca all’intervista con il presidente americano che sarebbe spettata a Largo Fochetti. La Casa Bianca, infatti, un paio di giorni prima della visita del presidente in Italia è solita garantire un’intervista ai giornali che accreditano (a pagamento) i loro inviati ai viaggi con l’Air Press One. Si fa a turno. Una volta tocca al Corriere, una al Sole, una alla Stampa, una a Repubblica. Questa volta spettava a Repubblica che, per risolvere un problema di rivalità interne, ha fatto un’inedita richiesta di intervista a sei mani affidata a Federico Rampini, Vittorio Zucconi e al direttore Ezio Mauro. (more…)

Sconvolgenti scoop nella Repubblica dei miei stivali

giugno 15, 2009

AU0CGKFCA11KH00CA7LPXP7CAS332SFCAM3MI4UCAXEN5Z6CAAHQNRLCAMYPV3TCAPFH1EFCAO7FOV8CAUTDEU6CA9B9O3WCA5RN37MCAN29OKBCANEU485CAAUOQW6CAPCVIW8CAXFJCK2CAJ3IJZUScoperte nuove orribili sconcezze sotto il cielo di Sardegna, stivali di velluto

 

Salvate i soldati Paolo Berizzi e Carlo Bonini. Anime candide e ragazzi d’altri tempi, che Repubblica manda allo sbaraglio nel mondo del peccato, della smodata e non autorizzata lussuria, sulle tracce di inenarrabili malefatte della carne, consumate tra cactus e oleandri nei giardini di villa Certosa, succursale sarda di Sodoma e Gomorra. Sconvolti dalla visione di migliaia (e sottolineiamo migliaia) scatti rubati dal fotografo Antonello Zappadu, Berizzi e Bonini scrivono ormai in stato di evidente e insano turbamento, nonostante lo stesso Zappaddu, evidentemente rotto a ogni bruttura, si premuri di sottolineare che in quelle foto in fondo non c’è “nulla di pruriginoso. Piuttosto, direi immagini politicamente imbarazzanti”. (more…)