Posts Tagged ‘toni negri’

NEGRI Dè NOANTRI

luglio 27, 2009

AVDJTJSCAAV3PKECA11M7MBCAS1WL63CAI3YQ39CA81AJJRCADETGE1CAM4OIYYCABVF7CMCAVZNASICAVZVXKFCA8KG2HKCA5V01XACAWX3PY7CA6YR3Q4CARDZZ5JCAPTBW1UCA3C29K3CAP46AGH“BERLUSCONI HA IMPOSTO un modo nuovo di fare politica – LA CAMPAGNA DI “REPUBBLICA” È UN FATTO DI POTERE – SCALFARI E DE BENEDETTI SONO I VERI PARDONI DELLA SINISTRA – La sinistra in Italia non esiste più – VOGLIO INCONTRARE TREMONTI

Gigliola Santin e Stefano Golfari per “Il Riformista”

Pubblichiamo un ampio estratto da un’intervista con Toni Negri realizzata l’11 luglio scorso a Venezia. È inedita tranne un paio di brevi spezzoni andati in onda durante la trasmissione tv di Telelombardia “Iceberg”.

 

Professore, adesso siamo nell’era di Obama. E proprio il G8 che si è svolto in Italia ha fatto da grande palcoscenico europeo per il nuovo presidente degli Stati Uniti. Ha avuto un altro successo clamoroso, sui media, Barack Obama, e ha conquistato i consensi di molte e diverse parti politiche. Ha conquistato anche Toni Negri, Obama?
Beh, io penso che Obama sia il meglio che gli Stati Uniti potessero oggi produrre. Penso che dietro Barak Obama ci sia un effettivo movimento democratico. Un movimento che non si lega semplicemente al problema razziale, ma nel contempo trova anche una soluzione del problema razziale degli Usa.Fu un problema feroce: gli Stati Uniti furono un paese schiavista, non dimentichiamolo: Obama è davvero il simbolo di una Liberazione profonda, di una mutazione profonda dei rapporti sociali in quel Paese. Penso però che dietro Obama ci sia anche una spinta nuova, una spinta che rappresenta insieme una crisi e una trasformazione profondissima del capitalismo. Con Obama vince il Welfare, vince lo Stato di Provvidenza negli Stati Uniti, vince quello che già la spinta roosveltiana dopo la crisi del ’29 aveva in parte determinato. Anche se il problema oggi si pone in una situazione completamente diversa… (more…)