Posts Tagged ‘vivian maier’

Vivian Maier, New York (Baby with Doll), 1951 – 55

Mag 27, 2015

image

Vivian Maier

agosto 20, 2014
image

New York, USA, 12 August 1954

New York, USA, 24 September 1959

New York, USA, 24 September 1959

© Vivian Maier. Self-Portrait

novembre 9, 2013

imagesqui

From Vivian Maier: Out of the Shadows/ Jeffrey Goldstein Collection

novembre 22, 2012

qui

Vivian dei miracoli. Storia di una baby-sitter con la passione della fotografia

giugno 3, 2011

Serena Danna per “Il Sole 24 Ore

Vivian Maier muore in solitudine e in disgrazia nel 2009, all’età di 83 anni. Tre giorni prima della sua scomparsa, John Maloof, 28enne agente immobiliare di Chicago, decide di dedicare tempo e attenzione ai negativi comprati per 400 dollari a un’asta di quartiere e abbandonati troppo in fretta. Tra le centinaia di pellicole esaminate dal ragazzo compare, all’improvviso, quel nome: Vivian Maier.

Le foto, le prime in bianco e nero (poi arriveranno quelle a colori), rappresentano volti e situazioni rubati alle strade di Chicago, New York, Manila, Bangkok, Pechino. Una sorpresa per il giovane agente immobiliare, allora presidente di un’associazione di Portage Park, un sobborgo nella zona nord ovest della città.

 Maloof era alla ricerca di materiale fotografico per un libro sul quartiere, e quella scatola di rullini – abbandonata in un armadietto dato in pegno a un commerciante per un conto non saldato – faceva proprio al caso suo. Ma al posto di immagini di Portage Park, Maloof aveva trovato un tesoro. «All’inizio non me ne ero reso conto – racconta dalla sua casa di Chicago, diventata un altare alla memoria di Maier -. Capivo che quelle foto erano speciali ma non immaginavo di aver scoperto un pezzo di storia della fotografia del Novecento». (more…)

Sembra Cartier-Bresson ma è una governante

marzo 14, 2011

Uno degli scatti di Vivian Maier

Un imprenditore compra per pochi dollari a un’asta una scatola di negativi. Gli scatti della sconosciuta Maier si rivelano capolavori

Viviana Bucarelli per “La Stampa”

Un paio d’anni fa John Maloof, giovane imprenditore e agente immobiliare di Chicago con la passione per la storia e per gli oggetti del passato, a un’asta si ritrova di fronte a una scatola di negativi. Fa un’offerta di 400 dollari nella speranza di trovare delle fotografie di Chicago per il libro su cui stava lavorando insieme a Daniel Pogorzelski, su Portage Park, il suo quartiere a Nord della città. Si aggiudica i negativi, provenienti da una cassetta di deposito abbandonata, di cui non erano stati effettuati i pagamenti. Non trova in realtà nessuna foto che possa essergli utile per la pubblicazione, ma quello che gli appare davanti agli occhi è un vero e proprio tesoro che lo lascia senza fiato. Una scoperta prestigiosa per il mondo dell’arte, l’opera di una fotografa eccellente, Vivian Maier, ma del tutto sconosciuta. Almeno fino a quel momento. (more…)

La tata che fotografò Chicago

gennaio 12, 2011

Una monografica su Vivian Maier e sul suo archivio ritrovato di 100 mila negativi. Una vita da «nannie» e una passione nascosta (scoperta per caso)

Matteo Persivale per “Il Corriere della Sera

La signorina Maier, la tata con l’accento francese che deliziava i suoi bambini accompagnandoli a scuola con il furgone del gelataio, passò una vita a lavorare nelle case eleganti del North Side di Chicago. Ma nel giorno di riposo, dagli anni 50 fino alla fine degli 80, la signorina Maier – sempre vestita come una Diane Keaton di Io e Annie ante litteram, scarpe da uomo e cappellacci da pesca e vestiti a fiori e giacchette strette sulle spalle – prendeva la sua macchina fotografica, la borsa piena di rullini, e se ne andava in centro. (more…)